Feeds:
Articoli
Commenti

28 FEBBRAIO

bannerchiusoB-SoDw_IMAALfy5

114319822-52a85485-c854-4912-894a-56247b0a4a0f 114319329-7ce74aba-348a-4f5b-9edc-12d9163e5d2c 114319383-cedfb603-9b91-4021-8683-9c16f23829a8 114319523-d4b71dd0-b389-4900-b176-8cf93d3db893 114319698-2f7e7b57-ebd9-42ae-a255-d3f4af1f30b7 114320831-6edd9fe4-aee7-4267-a5c9-f6705c431a4c

VERI UOMINI

splendidiuominiveriuominiveriuomini3veriuomini2

segretobancario

paradisi

EURO E GRECIA

eurogrecia

LA SCUOLA DI RENZI

scuolarenziana

La lettera di un padre a Renzi

«I ragazzini suonavano ma nessuno li ascoltava»

Egregio signor primo ministro,
oggi mia figlia quattordicenne
ha suonato con la JuniOrchestra
dell’Accademia nazionale di
Santa Cecilia, a Roma, all’evento del Pd,
«La Scuola che cambia, cambia
l’Italia». È tornata a casa in lacrime
umiliata e mortificata dalla totale
assenza di attenzione da parte del
pubblico durante la loro esecuzione
successiva al suo intervento. Mentre i
ragazzi erano impegnati nella difficile
esecuzione di musiche di Beethoven e
di Tchaikovsky il pubblico in sala era
principalmente impegnato a prodigare
saluti, non solo parlando a voce alta,
ma camminando e urtando i ragazzi,
rendendo di fatto impossibile
l’esecuzione stessa.
Lei stesso non ha prestato alcuna
attenzione alla musica preparata e
studiata dai ragazzi espressamente per
questa circostanza.
Ma è mai possibile? Un convegno che
parla di educazione e di scuola (anche
sottolineando l’importanza della
musica per la formazione di buoni
cittadini) e i cui partecipanti trattano i
ragazzi e il loro impegno in questo
modo? Credo che la Buona Scuola inizi
proprio da qui: dal rispetto dei ragazzi
prima di tante belle parole e oggi
questo è venuto drammaticamente a
mancare. Un drammatico autogol per il
Pd e per il mondo della politica!
Emilio Cabasino

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 39 follower